Navigation

Tikrit, accessi minati e pozzi incendiati

Gli estremisti dell'autoproclamato Stato islamico, oltre a contrastare con mine e fumo l'avanzata delle forze irachene, hanno raso al suolo un sito archeologico

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 marzo 2015 - 13:31

Quarto giorno di offensiva delle forze di sicurezza irachene per strappare la città di Tikrit allo Stato islamico. Gli estremisti hanno incendiato alcuni pozzi petroliferi per contrastare l'avanzata dei nemici, mentre più a nord, a Nimrud hanno raso al suolo un sito archeologico assiro, perché offenderebbe l'Islam. Un atto che l'Unesco ha definito un crimine di guerra.

Partecipa alla discussione!

I contributi devono rispettare le nostre condizioni di utilizzazione.
Ordina per

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?

Non è stato possibile registrare l'abbonamento. Si prega di riprovare.
Hai quasi finito… Dobbiamo verificare il tuo indirizzo e-mail. Per completare la sottoscrizione, apri il link indicato nell'e-mail che ti è appena stata inviata.

Scoprite ogni settimana i nostri servizi più interessanti.

Iscrivitevi ora per ricevere gratuitamente i nostri migliori articoli nella vostra casella di posta elettronica.

La dichiarazione della SRG sulla protezione dei dati fornisce ulteriori informazioni sul trattamento dei dati.