Navigation

Via libera al pagamento dei ristorni

tvsvizzera

Una decisione diversa avrebbe avuto effetti contrari agli interessi dei ticinesi secondo il presidente del Governo ticinese Manuele Bertoli

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 giugno 2014 - 20:28

"La trattativa è a un punto interessante e si confida di concludere i negoziati in tempi rapidi. Bloccare i ristorni avrebbe avuto effetti contrari ai nostri interessi", ha detto il presidente del Governo ticinese Manuele Bertoli alla Cronache della Svizzera italiana.

"In Governo condividiamo l'analisi sulle criticità tra Svizzera ed Italia. C'è però un parere diverso nel ritenere opportuno o meno il blocco", ha precisato il consigliere di Stato, difendendo la scelta dell'Esecutivo di mercoledì, ovvero di non sospendere il pagamento all'Italia dei 58,7 milioni di franchi di parte delle imposte 2013 dei frontalieri.

"Se entro la primavera 2015 non ci saranno risultati concreti nella trattativa, la sospensione dei ristorni tornerà prepotentemente d'attualità", ha comunque ricordato Bertoli.

Red. MM/CSI

tipress

Partecipa alla discussione!

I contributi devono rispettare le nostre condizioni di utilizzazione.
Ordina per

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?

Non è stato possibile registrare l'abbonamento. Si prega di riprovare.
Hai quasi finito… Dobbiamo verificare il tuo indirizzo e-mail. Per completare la sottoscrizione, apri il link indicato nell'e-mail che ti è appena stata inviata.

Scoprite ogni settimana i nostri servizi più interessanti.

Iscrivitevi ora per ricevere gratuitamente i nostri migliori articoli nella vostra casella di posta elettronica.

La dichiarazione della SRG sulla protezione dei dati fornisce ulteriori informazioni sul trattamento dei dati.